I doveri dei proprietari di cani

La compagnia di un cane è una delle cose più belle di cui possa beneficiare un essere umano. Ma ciò comporta anche qualche dovere, che ogni tanto è bene ricordare.

Il cane deve essere dotato di microchip e iscritto all’anagrafe regionale, e in caso di suo decesso questo va segnalato alla medesima anagrafe.
Il padrone deve garantirgli cibo e acqua in quantità sufficienti, le necessarie cure sanitarie e consentirgli di praticare un idoneo esercizio fisico (in altre parole, le passeggiate non sono facoltative).

Il luogo in cui dimora il cane deve essere regolarmente pulito, sufficientemente caldo d’inverno e fresco d’estate.
Se lo affida alle cure di altri, il proprietario deve assicurarsi che questi ultimi siano idonei al compito.

Inoltre, il proprietario risulta responsabile del comportamento del cane nei confronti di terzi. Per cui deve prendere precauzioni per impedirne la fuga, utilizzare un guinzaglio di misura non superiore a 1,5 metri se lo conduce in aree pubbliche e una museruola se l’animale è considerato mordace. Può essere consigliabile stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni contro terzi, polizza che diventa obbligatoria nel caso il cane venisse inserito nel registro dei cani a rischio elevato di aggressività tenuto dai Servizi Veterinari.

Infine, anche se non sono obbligatori per legge, amore e carezze non dovrebbero essere lesinate da nessun padrone nei confronti di qualsivoglia cane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *