amputazioni ad animali

Solo interventi necessari

Secondo la “Ratifica ed esecuzione della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia”, firmata a Strasburgo il 13 novembre del 1987, le amputazioni ad animali non sono consentite e non sono ammesse deroghe se non per ragioni mediche e nell’interesse degli animali stessi.

In altre parole, non possono essere effettuati interventi chirurgici il cui unico scopo è quello di modificare l’aspetto dell’animale o mutarne le caratteristiche solo per avvantaggiarne i proprietari.
Sono quindi vietati il taglio della coda, il taglio delle orecchie, la recisione delle corde vocali, l’esportazione delle unghie e dei denti.

Fanno eccezione gli interventi di sterilizzazione, ovviamente mirati a contenere la popolazione animale che altrimenti sarebbe impossibile gestire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.